CHE GIOIA E CHE VIAGGIO!! PDF Stampa E-mail
Scritto da sr Graziella   

Dal 22 giugno al 23 luglio in Angola.  suoraÈ stata un’emozione ed una grazia grande! Ringrazio il Signore che mi ha permesso di rivedere i luoghi lasciati per con grande sofferenza, 25 anni fa.
La partenza è stata movimentata: tutta la notte in attesa dell’aereo, che era andato a Parigi a causa di un danno tecnico ed è arrivato a Roma solo verso le 7 del mattino.
Il volo è stato annullato e abbiamo dovuto sostare ad Ostia in attesa della partenza. Arrivati poi in Ethiopia, avendo perso la coincidenza per Luanda, abbiamo atteso un altro giorno per prendere l'aereo successivo. Così ci è andata bene per visitare Addis Abeba (museo e zoo). Per fortuna abbiamo trovato lì un gruppo di Italiani, anche loro in attesa e solo con loro siamo potute uscire. Io poi, ero con un’altra suora angolana e così ci siamo consolate a vicenda.


All’arrivo a Luanda ed in fraternità abbiamo trovato l’accoglienza africana, piena di affetto e di gioia. Le sorelle anziane sono state molto felici di rivedermi dopo tanti anni. Grazie a Sr. Gertrude, provinciale, ho potuto visitare 6 delle 9 fraternità. Naturalmente la prima ad essere visitata è stata la mia ex diocesi, Saurimo. Poi mi ha accompagnata a Cacolo la responsabile di Saurimo.
Ho rivisto la nostra casa: metà è ancora bombardata e l’altra metà è stata ricostruita dai Padri Verbiti ed è già abitata da un mese da 4 sorelle di altra congregazione. Sono felice perché continueranno il nostro lavoro con i p. Verbiti.
La sera stessa del mio arrivo ho potuto rivedere il primo catechista e con emozione ho cantato in Tchokue i canti della messa. Che allegria e quanti ricordi! Al mattino seguente, dopo la messa, ho rivisto gli altri catechisti e le donne del villaggio alle quale ho distribuito alcuni rosari.
Dimenticavo la festa dei 100 anni di nostra presenza in Angola. La cerimonia si è svolta nello stadio comunale, dove hanno concelebrato diversi vescovi alla presenza del Nunzio apostolico, italiano e del Cardinale angolano. Molti laici e congregazioni religiose erano presenti e tutto si è svolto nella pace e nella letizia e semplicità. Complimenti alla corale che è stata eccellente. La festa è stata continuata nel cortile della nostra scuola. Quante cose buone, grazie anche a tanti doni ricevuti e al lavoro delle donne africane. Le danze tradizionali non le potrò mai dimenticare.
In ogni fraternità dove sono passata ho potuto conoscere l’apostolato che svolgiamo e veramente posso dire che la messe è molta e gli operai sono pochi: Signore aumenta gli operai nelle tue messi e grazie all’africa che mi ha invitata con generosita’. Graziella fmm

 
 
FMM sito ufficiale
 5 visitatori online

fmm player

CANTICO DELLE CREATURE