Home Articoli DAL GIORNALE DELLA PROVINCIA (2008) UN RITIRO... UN 50° ED UN SANTO PROTETTORE
UN RITIRO... UN 50° ED UN SANTO PROTETTORE PDF Stampa E-mail
Scritto da sr Clara Lainati   

sanGiuseppeROVERETO   Abbiamo gioito di un santo e, speriamo, fruttuoso ritiro, un po’ numeroso. Eravamo trenta, grazie a Dio, dopo la calamità del 7 luglio. Il ritiro è stato diretto dal P. Pietro Stablum, che ci ha dato coraggio e ritemprate per lo studio della Parola, la gioia e la perseveranza nella preghiera e nell’offerta. Infatti, in questo famoso 7 luglio, una tromba d’aria ha messo a dura prova tutta la casa, poiché un’ondata di mal tempo ha sferzato il Trentino, ma soprattutto la nostra zona: tetti scoperchiati, alberi divelti, vigneti distrutti. Da noi, si è fermato ai pini, secolari, letteralmente divelti, sradicati come può essere sradicato un cavolo.

Era impressionante vederli così a terra, l'uno sull’altro, rovinando parte della recinzione e il cancello, forzato verso l’esterno. Solo la statua di San Giuseppe, che era al centro del boschetto, è rimasta illesa... doveva proteggere casa e abitanti! La paura di quei pochi istanti è stata grande. Abbiamo ringraziato San Giuseppe per la sua protezione; ora la statua troneggia all’entrata della nostra abitazione come non mai.

La festa dell’Assunta è stata per noi una festa particolare, celebrando con le glorie di Maria Santissima anche il 50° di vita religiosa di sr Anna Maria Obinu. A festeggiarla, con la sorella Pasqualina, sono venuti dalla Sardegna anche i parenti: la sorella con i nipoti. Una famiglia semplice ed esemplare di ferventi cristiani; è stata una presenza tra noi gentile e discreta. Alle 7,15 canto delle Lodi. Ore 9 Santa Messa solenne. Veramente tutto era solenne: cominciando dai fiori disposti con finezza, bianchi gladioli con l’azzurro di qualche altro fiore e più sotto, nello stesso vaso, due o tre garofani di un rosa pallido; sull’Altare una composizione molto ben preparata con piccoli e delicati fiori bianchi, su uno sfondo di azzurro e di rosa; il tutto era molto fine e accompagnava il ricamo dei paramenti riservati per le feste solenni della Madonna. L’Altare era preparato con la massima cura, con una finissima nuova “trina rinascimento” uscita dalle mani di suor Ariberta, che si trova con noi dal mese di aprile. Il tutto invitava alla preghiera e alla contemplazione. Anche il Calice era nuovo, un dono che sembrava giunto ad oc!...per la circostanza. I canti belli e ben appropriati. Soprattutto dobbiamo ringraziare il nostro Cappellano, P.Cesare Francescotti ofm, per l’introduzione iniziale, che ci mise nel clima della solennità e del nostro rendimento di grazie per i cinquant’anni di vita consacrata della nostra sorella Giubilare e l’Omelia, così incisiva per tutti, anche per la gente che frequenta la nostra Cappella, gremita in questo giorno di festa. Al termine di tutto fummo invitati ad un applauso, che divenne esplosione di gioia partecipata perché tutti conoscono bene sr Anna Maria, presente a Rovereto da tanti anni. Molto bella l’invocazione di sr Pasqualina per la sorella: “Signore, oggi in modo particolare vogliamo ricordare nostra sorella Anna Maria, che ricorda i suoi cinquant’anni di vita consacrata: li ha vissuti dando tutta se stessa in tutti gli impegni che le sono stati affidati. Ha dato il meglio di sé tra i piccoli della scuola materna. Con lei rendiamo grazie per quanto ha potuto fare, contando unicamente sulla tua grazia. Tu sei stato generoso con lei, come lo sei sempre anche con tutti noi. Accompagnala ancora con la tua presenza, con i tuoi doni, perché abbia ancora la forza per dirti sempre e il coraggio di camminare verso quella meta di santità alla quale tu l’attendi”. Alla rinnovazione dei voti la comunità si è unita a lei e il canto del “Magnificat” ha coronato la nostra lode e il nostro grazie al Signore. Nel pomeriggio ci siamo ancora raccolte intorno all’ Altare per una Adorazione comunitaria, preparata per la festa del tutto particolare per ogni fmm. A lode di Cristo. Amen

 
 
FMM sito ufficiale
 5 visitatori online

fmm player

CANTICO DELLE CREATURE