Home Missione MISSIONE 2009 ERA PROPRIO COSI'...: GRAZIE FERNANDO!
ERA PROPRIO COSI'...: GRAZIE FERNANDO! PDF Stampa E-mail
Scritto da Maria Raquel Jimenez, fmm   
Sabato 21 Febbraio 2009 19:25

FERNANDOCILE  Il passo lento, viso fragile segnato dal tempo e dalla malattia, Fernando si è spento dolcemente a 90 anni. Col tempo, faceva ormai "parte dei mobili" della nostra casa di Ritiri nel villaggio di Linderos. Uomo umile, semplice e silenzioso, come le violette del parco che ha curato fino a quasi in fin di vita. Aveva quel calore, nello sguardo e nell’accoglienza, che facevano sentire che si era importanti per lui. < Si raccoglie ciò che si ha seminato>, si dice, ed anche: "non resta che ciò che abbiamo dato".

E’ per questo che ora la Provincia di Bolivia-Cile, cerca di raccogliere ciò che Fernando ha seminato, ciò che ci ha lasciato come testimonianza di un cammino, percorso come operaio nella casa di Nostra Signora del Perpetuo Soccorso di Linderos, durante 35 anni.
Giunse nella nostra fraternità fmm nel 1973, con una storia segnata dall’esclusione. Era alcolizzato ed emarginato dalla sua famiglia e dal suo villaggio natale, ma non dal Padre di Gesù Cristo. Fu accolto provvidenzialmente dalle nostre suore, che si preoccuparono della sua riabilitazione. Una grande impresa, sottolineano Suor Gloria Goicouria, Susana Goicoechea , Salustia e molte altre. Dio poi fece l’opera sua.

Tra cadute e riprese, riuscì a sorpassarsi e il Signore lo guarì interamente :corpo e spirito.. Arrivò ad una intimità profonda con Gesù, nella preghiera. Abitualmente lo si vedeva, seduto ai piedi di un grande Cristo, la sera, nella penombra di un corridoio della Casa di Ritiro, in silenzio rispettoso, l’attitudine contemplativa, oppure partecipando alla celebrazione eucaristica. Era certamente un contemplativo e la sua intimità con Dio la rivelava attraverso l’attitudine di umile servizio, di perdono e di totale disponibilità a ciò che gli era richiesto, facendo prova di grande capacità , di autenticità e di tolleranza.

Era un uomo che viveva il dono di se stesso, attento e rispettoso. Per lui la formula non esisteva. Come non ricordare le lunghe ore di attesa, in inverno, quindici anni fa, quando io vivevo in questa fraternità e che rientravo tardi la sera, per gli incontri pastorali. Lo ritrovavo ad attendermi al cancello del parco, con una parola gentile, come se si conformasse alla missione della suora per il bene del Regno. Era proprio così ! E’ passato nella nostra fraternità, facendo del bene.

Oggi, senza dubbio, gioisce di ciò che vide dell’eternità un giorno in cui era gravemente malato: un momento di eccesso di gioia,nel quale il Tutto l’abbraccia, e lui abbraccia questo Tutto che è la Trinità totale, che lo avvolge come lo è di un bambino dall’amore profondo di sua madre, che l’accoglie e gli rivela il mistero della vita. Grazie Fernando, per la tua testimonianza di vero discepolo di Gesù Cristo !

Ci ricorderemo sempre di te, con gratitudine e affetto fraterno.

Maria Raquel Jimenez, fmm

 
 
FMM sito ufficiale
 6 visitatori online

fmm player

CANTICO DELLE CREATURE