Home Missione MISSIONE (2011) MACAO, CITTA’ DI DIO!
MACAO, CITTA’ DI DIO! PDF Stampa E-mail
Scritto da Margarita Fung Sui-Fun, fmm   

fmm con turisti a macaoHONG KONG I nostri sforzi missionari non conoscono limiti. Sr. Margaret Fung Sui-Fung ha intrapreso una missione piena di difficoltà e di creatività nella città di Macao. Sono lontani i giorni ed i luoghi dove le nostre sorelle di diverse nazionalità vivevano sotto lo stesso tetto a Macao! A causa del piccolo numero di vocazioni, della politica del governo questo cambiamento sembra essere inevitabile. Non mi aspetto che Dio rivolti la situazione in un’altra forma di vita,

perché io possa farne la gioiosa esperienza. Ho lasciato il lavoro attivo e sono a Macao dal gennaio 2010. C’è una piccola città che ha 22 chiese, e sono diventate siti culturali, monumenti storici per l’ UNESCO: Macao è stato un luogo di incontro importante tra l’Est e l’Ovest al 16° secolo, quando la Cina non era ancora aperta all’Occidente.

Siccome non ci sono abbastanza volontari che lavorano per le chiese, mi sono proposta per farlo io. Il mio lavoro consiste ad essere disponibile per tutti quelli che vengono a visitare le chiese. Poco alla volta mi sono resa conto che io incontravo là molte più nazionalità che non quando ero pensionante al Collegio Santa Rosa, o giovane religiosa al Convento Santa Chiara. Delle persone vengono dal Belgio, dalla Francia, gli Sati Uniti, Canadà, l’Africa, le Filippine, la Romania, da Israele Tawuan, dalla Cina, Hong Kong ed anche da Macao. Ma restano poco tempo. Alcuni vogliono soltanto sedersi e riposare un momento.

Pertanto mi comporto facendomi sentire che sono come a casa loro, perché possano apprezzare, ammirare e pregare nella casa di Dio. Solo alcuni gruppi di giovani, accompagnati dai loro professori restano più lungamente ed ascoltano le mie spiegazioni. Per loro cerco di preparare delle presentazioni per Power Point, con cui mostro più dettagli della chiesa, perché siano apprezzati, ammirati e portati alla preghiera, altrimenti i turisti vengono generalmente a due con piccoli gruppi di quattro o cinque. In questo tempo di media o internet non sono più i giorni o le ore che contano, ma i minuti o i secondi.

Devo anche adattarmi alla situazione al punto di vista della lingua e dello stile, certo il contenuto delle mie parole è importante. Mi ricordo delle parole di San Paolo: “Mi sono fatto romano con i Romani, giudeo con i Giudei”. Ciò che dico deve essere interessante, semplice e sostanzioso, capace di svegliare la loro attenzione e interesse. Nello stesso tempo devo dar loro il tempo di fermarsi davanti al Signore e non dare l’impressione di obbligarli a qualunque cosa. Non è facile, ma lo prendo come un compito.

Devo adeguarmi ai documenti sulla chiesa, ed anche aggiornarmi nelle conoscenze e nei modi. Alle volte non sono accettata, non posso scuotere i piedi ed andarmene invece aspetterò un’altra occasione. Questo è il mio motto “Sii felice anche se c’è un solo turista che ti ascolta. Perché preoccuparmi? Dio provvede. Ed allora faccio ancora l’esperienza delle diverse nazionalità e culture.

Margarita Fung Sui-Fun, fmm

 

 
 
FMM sito ufficiale
 3 visitatori online

fmm player

CANTICO DELLE CREATURE