Home Missione MISSIONE (2011) UN NUOVO INSERIMENTO PER LE FMM!
UN NUOVO INSERIMENTO PER LE FMM! PDF Stampa E-mail
Scritto da Maria Ngoc Lan fmm   

virtnamVIETNAM  Il 2010 è un anno giubilare della Chiesa dell Vietnam. Le FMM collaborano e accettano nuove inserzioni missionarie nelle regioni più difficili al nord del paese. Nel 1996, una delle priorità del Capitolo generale era di rispondere alle richieste dei paesi comunisti op post comunismo, ove si iniziava una nuova vita (Priorità III). Così abbiamo iniziato un’esperienza ad An Loc-Nam Dinh, nella diocesi di Hanoi al nord del paese.

La comunità di “Ste Hermine et Compagnes” fu aperta il I° ottobre 2000, per la canonizzazione delle martiri di Cina. Per 14 anni abbiamo lavorato molto, specialmente in un centro di cucito e dispensario per i poveri. Ma fino ad oggi non siamo state riconosciute dal governo come congregazione religiosa, e non possiamo insegnare il catechismo e organizzare delle attività religiose.

La vita religiosa nel nord è più difficile che nel sud. Recentemente ci è stato chiesto di trasferire la comunità in un altro luogo, a causa del programma di cambiamento di alloggio in vista della costruzione dell’autostrada. Ci è stata dato un compenso, ma non è sufficiente per comprare un nuovo terreno e ricostruire un’altra casa e un centro di cucito. Oltre a questo noi non abbiamo un documento ufficiale per comprare il terreno a nostro nome. Anche se il nostro contributo allo sviluppo è riconosciuto ed abbiamo ragione di rimanere, cosa possiamo fare di fronte a tale situazione?

In questo anno giubilare della Chiesa al Vietnam, abbiamo ricevuto una richiesta per una presenza a Thanh Hoa (al nord del paese di Nam Dinh). Monsignor Joseph Nguyen Chi Linh, vescovo di Thanh Hos e vicepresidente della Conferenza episcopale del Vietnam, ha incontrato la nostra provinciale e ha parlato con lei della possibilità di questa presenza prima del nuovo Anno lunare. Ha mandato una lettera ufficiale di invito. In marzo Mons. Joseph è venuto nella nostra casa provinciale per celebrare la messa comunitaria e ci ha confidato che la vita della Chiesa a Thanh Hoa è molto difficile. La diocesi è vasta, più vasta delle diocesi nelle vicinanze, ma più di 2/3 del territorio non ha nessuna presenza di Chiesa. Conta meno preti delle altre diocesi. Secondo l’ultima statistica, ci sono 63 preti a Thanh Hoa – una sola congregazione : gli ‘Amanti della Croce di Thanh Hoa’, e una congregazione di Suore di San Paolo. che sono impegnati in un lavoro missionario.

Il nostro consiglio provinciale ha mandato una suora a Thanh Hoa per studiare le necessità e i bisogni attuali della diocesi. Una parrocchia nel nord A circa 14 chilometri dal vescovado, si trova la parrocchia Trinh Ha, città natale di BaoTnh, uno dei nostri santi martiri. Mons.Joseph vi ha costruito un centro di accoglienza, affinché la gente, specialmente i pellegrini possano visitare la tomba di San Leo Bao Trinh. Questo centro può accogliere grandi gruppi ed occorre personale per organizzare le attività che accompagnano i pellegrini.Ma Trinh Ha è pure la terra di Trang Quynh, un personaggio famoso della nostra leggenda. Un tempio è dedicato a Trieu Viet Vitomg, uno dei nostri antichi re. Dal 1953 molta gente, anche discendenti dei santi martiri, sono stati forzati di abbandonare la loro religione e di rendere un culto nel tempio.

Alcuni vogliono ritornare al cristianesimo, ma siccome fanno parte del governo, devono evitare di andare in chiesa. Il vescovo spera che le FMM potranno venire ad accogliere i pellegrini e a rievangelizzare la regione, collaborando al lavoro pastorale e sociale. Ancor più, il Vescovo vorrebbe che questo luogo divenisse una base per delle suore che andassero nelle montagne per l’apostolato presso i gruppi etnici. Noi constatiamo che i bisogni più urgenti e la missione tra i fratelli e le sorelle che vivono nelle montagne, di diversi gruppi etnici, come i Thar, i Muong e i H’Mong (e quelli di diversi gruppi che sono i più poveri). Non è facile per loro ricevere l’aiuto dalla Chiesa, perché vivono molto lontano, vicino alla frontiera del Laos. Prima avevano più bisogno le regioni cattoliche, grazie ai primi missionari occidentali. Molte chiese sono state costruite, ma poi sono state completamente distrutte dai comunisti e la ricostruzione non è autorizzata.

A causa della situazione politica, i sacerdoti non possono celebrare l’Eucaristia senza problemi. Il vescovo è molto attento al lavoro missionario in questa regione. Dice che, se noi non facciamo apostolato in questa regione, i gruppi protestanti sapranno sedurre la gente. Ci sono molte attività che le suore possono fare più facilmente che non i sacerdoti, specialmente nel dominio della catechesi, del lavoro sociale e per lo sviluppo. Ci occorrerà del tempo e del personale. E, nella grande povertà e tante lacune i laici del nord mostrano una fede profonda e una grande passione per Dio. Molti di loro sono pronti ad ogni sacrificio per contribuire alla vita della Chiesa e prendono il tempo per assistere alle celebrazioni organizzate dalla parrocchia. Ci sono anche altre preoccupazioni, le famiglie, i bambini che viaggiano lontano per guadagnare dei denari, e lo stile di vita.

La chiesa cerca di discernere come migliorare la vita della gente, promuovere la cultura e le buone tradizioni, approfondire la fede cristiana dei giovani, affinché siano pronti ad affrontare la vita di oggi. Chiediamo allo Spirito Santo e a Cristo Risorto di spargere le grazie di pace e di gioia sulla Chiesa del Vietnam, specialmente sui credenti in questo Anno Giubilare 2010. Che apporti alla Chiesa il rinnovamento necessario e crei l’unità e l’amore fraterno. Che la nostra testimonianza evangelica brilli su questa terra e faccia fiorire la fede nei nostri fratelli e sorelle che non sono ancora cattolici Noi invochiamo ogni giorno nelle nostre intenzioni questa preghiera.

Maria Ngoc Lan fmm

 
 
FMM sito ufficiale
 3 visitatori online

fmm player

CANTICO DELLE CREATURE